21. Maliborghi – Luciano Caniato

2010, pp.128, €14,00

 

 

 

 

 

 

 

Autofocus

1
Belluno è un porto dove nes-
suna donna attende. Striature
no, proprio, solo pannelli
di silenzio infissi dall’abisso
al cielo con more di casuali
nubi sui comignoli. Scrigni
del cerchio in cui si schiuse
l’infanzia di mia madre pres-
soché scomparsi, con qualche
residua ombra in Valbelluna
e l’acqua sua che imbruna
un tramortito Piave.

 

LUCIANO CANIATO è nato a Pontecchio Polesine nel 1946. Poeta e scrittore, vive a Conegliano. Opere in poesia: E maledetto il frutto (1980); Pensierini (1990); Nevi (1990): La siora nostra morte corporale (1992); Di memoria e di pietà (1998); Medaiùn et alia (2002). Opere teatrali: Cardiogramma (1999); L’anima sui cop (2001); Cima della neve (2010). Opere critiche: L’occhio midriatico e altri saggi. Autore di numerosi studi storici, dirige dal 1977 la rivista Storiadentro.

Per il Ponte del Sale ha collaborato con La bella scola. La Comedia di Dante letta dai poeti e illustrata, commentando il canto III dell’inferno.

 

I commenti sono chiusi.