18. Gianfranco Maretti Tregiardini – Canzoniere di sonno e di stupore

2009, pp.96, € 14,00

 

 

 

 

 

 

 

Si dovrà a lungo parlare del nascondimento di Gianfranco Maretti Tregiardini e del suo mondo immaginario, divenuto reale a forza di visioni e attese, di fedeltà alla scrittura e alla vita. Intanto, anche chi ha continuato a credere in lui, e con lui, nella poesia, avrà da questo Canzoniere di sonno e di stupore l’acuta sorpresa di attraversare la struttura pulviscolare della materia e di essere accolto da un vorticare di api su fiori anch’essi immaginari appena ritornati alla luce. È l’arte acrobatica di un maestro del buio, di un Orfeo che non si volta, a stupirci, in affabulazioni sempre nuove rapite all’oblio, traboccanti di desiderio e bellezza, fragranti di entusiasmi e follia, e silenzi.

Marco Munaro


GIANFRANCO MARETTI TREGIARDINI
è nato nel 1939 a Felonica (MN), dove vive. Cultore di giardineria latinità pedagogia, ha pubblicato: Poesie per un giorno, Palermo, 1969; Animadaria. Vita e umori dei tregiardini, Udine, 1996; Madrigali, Castel Maggiore, 1996; Madrigali. Libro secondo, Castel Maggiore, 1998; Madrigali et somnia, Castel Maggiore, 2000; Fiabario, Mantova, 2000; Egloga per un amico, Cittadella, 2001; La fabbrica della fantasia, Rovereto, 2003; Verso Catullo, Mantova, 2005; Il lampo della bocca e altre figurate parole tra poeti italiani del novecento (a quattro mani con Marco Munaro), Parma, 2005; La fabbrica della fantasia e felicità, Parma, 2008. Per il Ponte del Sale cura la traduzione delle Georgiche di Virgilio, di cui sono finora usciti i primi due libri: Il canto dei campi (2006) e Il canto degli alberi (2008).

 

I commenti sono chiusi.