19. Alberto Cappi – Bordertime

 

2010, pp. 64, € 12,00

Con dieci disegni di Vanni Cantà

Prefazione e cura di Marco Munaro

 

 

 

 

BORDERTIME: tempo di confine e confine del tempo. Nella nostra civiltà-limite sarà anche la città del tempo. Dalla coltre traforata del confine s’inabissano o risalgono i miti, le figure immaginarie che ora prendono parola e possono viverci accanto, quotidianamente agire con noi, dimorare, coabitare. Assieme: tra fumiganti cieli, terrorismo, paure, guerre, speranza, incerte tracce, nomi destinali, sacrificio. La poesia vuole essere favola, musica, voce, racconto.

 

ALBERTO CAPPI (Revere, 1940-2009) ha pubblicato le raccolte: Passo passo (Firenze, 1965), Alfabeto (Milano, 1973), 7 (Torino, 1976), Mapa (Mantova, 1980), Per versioni (Milano, 1984), Casa delle forme (Udine, 1992), Piccoli dei (Faenza, 1994), Il sereno untore (Latina, 1997), Quaderno mantovano (Mantova, 1999), Quattro canti (Faenza, 2000), Visitazioni (Ascoli Piceno, 2002), Bombas de azul (San Marco in Lamis, 2002), Libro di terra (Civitanova Marche, 2003), La casa del custode (Bologna, 2004), Le copie della luna poesie 1965-2006 (Mantova, 2006), La bontà animale (Faenza, 2006), Il modello del mondo (Milano, 2008), e Poesie 1973-2006, a cura di Mauro Ferrari (Novi Ligure, 2009). Per la saggistica: Il testo e il viaggio (Mantova, 1977), Linguistica e semiologia (Torino, 1984), Materiali per un frammento (Udine, 1989), Materiali per una voce (Grottammare, 1995), Materiali per un’arca (Bologna, 1998), Il luogo del verso (Yale, 1998), Il passo di Euridice (Milano, 1999), Libro di poche pagine (Bolona, 2002), Arnia (Mantova, 2005). Ha curato antologie della poesia francese, inglese, spagnola e operato versioni, tra altri, di A. Jouffroy, J. Liscano, F. Espanca, E. Cardenal, C. Franqui, M. Brull.


 

 

 

I commenti sono chiusi.